OGGETTO LIBRO

Festival internazionale del libro d’artista e di design

Un secolo dopo la comparsa sulla scena artistica del libro d’artista, a un passo dalla annunciata morte del libro tradizionale SBLU_spazioalbello, Pinacoteca di Brera, Biblioteca Nazionale Braidense, Mediateca SantaTeresa e AIAP associazione italiana design della comunicazione visiva, con il patrocinio di MIBAC, Comune di Milano e ADI Associazione per il Disegno Industriale, promuovono la terza edizione di Oggetto Libro, il Festival che mette a confronto il libro d’artista col libro progettato dal graphic designer. Unico nel suo genere ha lo scopo di stimolare un dibattito sulla creatività e, grazie a una formula semplice e accessibile che lo rende strumento ideale per avvicinarsi all’arte contemporanea e ai segreti del design e della stampa, è amato dal grande pubblico. L’iniziativa, che ha ricevuto lo scorso giugno la Menzione d’Onore del Compasso d’Oro 2018, è al suo terzo appuntamento consecutivo dimostrando in maniera inequivocabile l’interesse e la passione che il libro riesce a generare.

Questa edizione, frutto della selezione di oltre 350 libri pervenuti da tutto il mondo (India, Corea, Russia, tra gli altri), mostra 200 volumi, tra libri d’artista e libri di design, compresa una sezione che abbiamo definito ibrida, perchè presenta libri con caratteristiche proprie del design e dell’arte. Il Festival viene organizzato in due sedi: alla Biblioteca Nazionale Braidense con 65 libri d’artista e 55 tra libri di design e ibridi e in Mediateca Santa Teresa di Milano (inaugurazione 15 novembre ore 17,00) dove oltre ai libri si potranno ammirare alcune spettacolari installazioni, una serie di video e uno slideshow sul libro d’artista nella storia. Completano il Festival due conversazioni dedicate al progetto e al collezionismo con Ugo La Pietra e Pietro Consolandi il 27 novembre e una conversazione sul design e la stampa con Cesura e Fontegrafica, il 4 dicembre.

Amato da chi lo realizza, lo colleziona, lo commissiona o lo stampa, il libro parla numerosi linguaggi, che si sommano a un impianto narrativo non sempre esplicitato dalle parole.

Il libro come oggetto d’arte, affascina anche il pubblico più refrattario all’arte contemporanea, i materiali con cui è realizzato, non solo carta o inchiostro, aprono le porte a creazioni inaspettate, raffinate o spettacolari, sempre piacevoli da scoprire.

Questa edizione propone una ricca raccolta di opere realizzate con tele e tessuti, altre dove le illustrazioni, vere e proprie opere di pittura, si altrenano a elaborati merletti di carta incisa. In Braidense, insieme a libri di fattura elevatissima, abbiamo la fortuna di condividere e fruire i libri di maestri riconosciuti come Emilio Isgrò, Ugo La Pietra e William Xerra.

Proprio sul libro d’artista d’autore, che non è mai stato oggetto di uno studio comparato al periodo storico in cui è stato creato, abbiamo organizzato uno slideshow che tenta di stabilire un’attinenza tra le opere e i movimenti artistici in essere e scoprire fino a che punto queste opere fossero figlie del proprio tempo. Un lavoro ancora in embrione e lacunoso, ma che può essere considerato il punto di partenza per iniziare a delineare una storia del libro d’artista.

Anche il libro di produzione industriale è vitale e inaspettato: grazie alla passione mai sedata dei designer che amano le potenzialità che offre come mezzo espressivo e all’evoluzione tecnologica, che consente di riprodurre le immagini con una qualità spettacolare o di introdurre tecnologie all’avanguardia, come la realtà aumentata. La stampa digitale, poi, accessibile a tutti, rende democratica la diffusione del libro, con tirature sostenibili e nel rispetto dell’ambiente.

Questa edizione ci permette un’ulteriore indagine su un fenomeno in grande crescita rappresentato dal recupero delle tecniche tipografiche tradizionali, che lasciano spazio a una creatività libera di sperimentare e molti sono i designer – tanti i giovani – che si dedicano alla progettazione editoriale percorrendo le potenzialità che offre come mezzo espressivo. In mostra si potranno ammirare le realizzazioni editoriali di grande qualità realizzate dal collettivo Cesura, o i delizioni libri del collettivo Libri Finti Clandestini , che realizza opere utilizzando solo carte recuperate da scarti di tipografia, prove di stampa, poster, buste della spesa o ancora di Schiene Pelose, che realizza libri stampati con timbri intagliati nelle gomme da cancellare.

Inaugurazione 7 novembre 2018

La mostra prosegue fino al 7 dicembre 2018

Orari solo giorni feriali: lunedì-sabato dalle 9,30 alle 13,30

15 novembre 2018 – 7 dicembre 2018

Inaugurazione ore 17,00

Mediateca Santa Teresa / Via della Moscova, 28 Milano

La mostra prosegue fino al 7 dicembre 2018

Orari Lunedì-mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30

Martedì e giovedì dalle 9,30 alle 18,10

…….

Per informazioni

SBLU_spazioalbello 02 48000291- 335 5453584

www.oggettolibro.it

CS Conferenza SBLU_spazioalbello.pdf
CS Conferenza SBLU_spazioalbello.pdf
cs festival oggetto 8_11.pdf
cs festival oggetto 8_11.pdf
01 Inaugurazione di Niloofar Yamini 01.jpg
01 Inaugurazione di Niloofar Yamini 01.jpg
02 Inaugurazione di Niloofar Yamini 02.jpg
02 Inaugurazione di Niloofar Yamini 02.jpg
03 Allestimento 01.jpg
03 Allestimento 01.jpg
04 Allestimento 02.jpg
04 Allestimento 02.jpg
05 Dialoghi tra un pino e una betulla.jpg
05 Dialoghi tra un pino e una betulla.jpg
06 Hybridazione.jpg
06 Hybridazione.jpg
07 Ipertesto - sono vivo.jpg
07 Ipertesto - sono vivo.jpg
08 The book that exploded.jpg
08 The book that exploded.jpg
2018-11-09T12:49:55+00:00 09-11-2018|
error: Content is protected !!